Attività

La funzione di vigilanza della Soprintendenza archivistica e bibliografica si esplica in una serie di attività finalizzate a garantire la tutela dei beni, la loro protezione e conservazione ed ad attuare il controllo sulla circolazione in ambito nazionale e internazionale degli stessi.

Nei limiti delle proprie risorse, umane e finanziarie, la Soprintendenza:

≈ garantisce una presenza sul territorio regionale, visitando gli archivi vigilati, effettuando ricognizioni e sopralluoghi, impartendo disposizioni tecniche per la gestione e la conservazione;

≈ offre supporto e collaborazione tecnica per:

la redazione di progetti di intervento,

la realizzazione degli interventi conservativi,

la riorganizzazione della gestione documentale,

l'adozione di regolamenti di consultazione,

la produzione di proposte di scarto,

la formazione del personale degli enti;

≈ realizza iniziative quali:
 
il censimento di specifiche tipologie di archivi,
 
interventi di ricognizione, riordinamento, inventaziazione di archivi,
 
la pubblicazione di strumenti per la consultazione;
 
≈ collabora alla realizzazione, ed organizza direttamente eventi quali convegni, seminari, mostre, presentazioni;

≈ vigila sul commercio dei documenti;

≈ svolge le funzioni di Ufficio esportazioni per l'uscita dal territorio nazionale o l'ingresso in Italia, temporanei o definitivi, di archivi vigilati e documenti di interesse storico.

Relativamente agli archivi privati, la Soprintendenza provvede all'identificazione e riconoscimento della qualità di bene culturale curando l'istruttoria ed emanando il provvedimento di dichiarazione di interesse storico particolarmente importante.

Rientrano tra le attività istituzionali per la tutela di archivi:

≈ la vigilanza sul rispetto degli obblighi di conservazione, ordinamento e consultabilità;

≈ il rilascio delle autorizzazioni ad interventi di riordinamento, inventariazione, spostamento, restauro, scarto;

≈ la dichiarazione di ammissibilità ai contributi statali degli interventi di riordinamento, inventariazione, catalogazione o di restauro autorizzati, e la predisposizione degli atti per la concessione di tali contributi;

≈ l'autorizzazione alla consultazione di archivi privati dichiarati di interesse storico particolarmente importante;

≈ la consulenza, a richiesta, per l'organizzazione, la conservazione, il riordinamento e l'inventariazione degli archivi tutelati;

≈ la predisposizione degli atti per la donazione, il deposito, il comodato di archivi non statali presso gli Archivi di Stato;

≈ la vigilanza sul commercio antiquario di documenti.

La Soprintendenza, sulla base dei finanziamenti ricevuti, promuove e realizza interventi di censimento, riordinamento, inventariazione di archivi non statali.

Beni librari

Relativamente alla tutela dei beni librari, la Soprintendenza esercita le medesime funzioni relative agli archivi, sotto il coordinamento della Direzione generale Biblioteche e Istituti Culturali e avvalendosi della collaborazione del personale bibliotecario delle biblioteche statali.

In particolare, oltre quanto indicato all'art. 36, c. 2 del DPCM 171/2014 Regolamento di riorganizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (...) la Soprintendenza archivistica e bibliografica:

≈ autorizza lo spostamento, anche temporaneo, di beni bibliografici;

≈ autorizza lo scarto di materiale bibliografico;

≈ autorizza il prestito di beni librari in occasioni di mostre e manifestazioni culturali all'interno del territorio nazionale;

≈ autorizza la riproduzione e la digitalizzazione di beni librari;

≈ adotta misure urgenti di salvataggio e recupero in caso di calamità naturali che abbiano provocato danni al patrimonio bibliografico sottoposto a tutela;

≈ verifica l'idoneità di sedi, attrezzature e impianti destinati alla conservazione di raccolte bibliografiche di enti pubblici e di privati dichiarati di eccezionale interesse culturale;

≈ autorizza, su presentazione di un progetto, l'esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni librari, approva le professionalità che eseguono gli interventi e, se necessario, prescrive disposizioni vincolanti per l'esecuzione del progetto;

≈ rilascia le autorizzazioni derivanti da presentazione di denuncia di trasferimento